049 614286

 info@naturalens.it

Informazioni preziose per te ed i tuoi occhi: vuoi Una visita? Un controllo? Clicca qui

 


Microscopio Confocale: 

  • È un microscopio sofisticato ad alto ingrandimento, dedicato all’osservazione della cornea, ha la caratteristica unica di permettere l’osservazione strato per strato del tessuto “in vivo”.
    Strumento importante per seguire accuratamente la situazione e l’evoluzione di questo essenziale componente dell’occhio, nella sua completezza, per esempio:

a.    Situazione dei vari strati corneali:

                                          i.    Analisi dell’Endotelio, lo strato più interno, che regola lo stato di tutta la cornea;

                                         ii.    Osservazione dello stroma, lo strato intermedio, con le sue terminazioni nervose ed i nuclei di attività; si osserva lo stato di attività del tessuto biologico: nuove possibilità di controllare la risposta a stimoli e trattamenti e e prevedere le probabili evoluzioni;

                                        iii.    Epitelio , lo strato più esterno, esposto perciò alle influenze e stimoli esterni.

 

b.    Programma avanzato per il futuro: Associare l’esame corneale con la situazione della persona, l’evoluzione della patologia, con l’obbiettivo di vedere se esiste un legame che permetta di affrontare la patologia in modo più completo ; 

 

Cosa si esamina

Esempio del risultato

Note

          

Endotelio, strato più interno della cornea (v.glossario): la possibilità di controllarlo con regolarità permette di monitorare le reazioni a stress esterni, come l’uso delle lenti a contatto.

 

 Microscopio confocale

 

Lo strato dell’ Endotelio regola il contenuto d’acqua della cornea, la sua analisi permette di conoscere le sue reazioni a stimoli e stress come l’uso delle lenti a contatto.

 

Un controllo accurato dell’endotelio si ha con una Analisi Endoteliale per sorvegliare le eventuali variazioni e dare sicurezza nell’uso delle lenti a contatto, indispensabili in certi casi(Cheratocono, Trapianto etc.; tali controlli sono importanti anche nell’uso di normali lenti morbide, anche a ricambio frequente.

 

 

Esame dell’endotelio, completo di analisi

 

Un’analisi completa ed appropriata di questo componente della cornea fornisce importanti informazioni. Queste possibilità di controllo e monitoraggio moderne, fornite allo specialista, sono un grande aiuto perché la persona venga seguita nel modo migliore e più sicuro.

 

Situazione dei vari strati corneali, con le loro caratteristiche e componenti: lo stroma; l’epitelio =>Si osserva lo stato di attività del tessuto biologico: nuove possibilità di controllare la risposta a stimoli e trattamenti e e prevedere le probabili evoluzioni.

Stroma con cheratociti

   Stroma con cheratociti

  

 

Il microscopio confocale permette un’analisi ad elevato ingrandimento di tutti i tessuti componenti della cornea, e quindi un esame del loro stato e della loro evoluzione, anche in seguito di trattamenti o situazioni personali particolari.

 


 

Topografo – Aberrometro:
Strumento base, indispensabile per controllare in accuratamente i casi complessi e seguire in modo professionale le correzioni visive, specie con lenti a contatto: le versioni più moderne forniscono, in un solo strumento, le funzioni di Topografia Corneale e di Aberrometria.


La Topografia Corneale è un esame che rileva e misura i parametri di forma e curvatura della cornea in modo quantitativo (valori numerici di curvatura, eccentricità, ecc.) e qualitativa (tipo di forma corneale, se normale o irregolare), attraverso la topografia corneale. Permette di controllarne l’andamento nel tempo (cosa importantissima nelle patologie come il cheratocono).

La sezione Aberrometria è molto moderna e permette di rilevare tutte le componenti che disturbano la capacità visiva, comprese quelle che si sono scoperte con le nuove ricerche sulla visione, al di fuori delle tradizionali Sfero, Cilindro e Asse che compaiono nelle normali ricette degli occhiali:

 

Esame

Esempio dati forniti

Note

 

 

Topografia Corneale: riassume in modo grafico la forma della cornea, ma riporta anche i dati numerici significativi (curvatura, eccentricità, ecc.)

 

Mappa Topografica corneale di occhio normale

 

Nella rappresentazione grafica si ha un’immagine immediata della forma della cornea; i valori numerici essenziali sono anche riportati; sono normalmente forniti molti strumenti per analisi approfondite

 

Nei casi con patologie, ad esempio il cheratocono, come in figura, la topografia corneale indica immediatamente le anomalie: i valori fuori della norma appaiono in rosso, più o meno evidente

 

Mappa Topografica di occhio con cheratocono

 

Questo esame è particolarmente utile in queste patologie, in quanto ne permette il controllo dell’evoluzione nel tempo, valutando gli esiti di eventuali trattamenti e la corretta applicazione di eventuali lenti a contatto

 

Nella topografia corneale si rileva in modo preciso la forma della cornea, nei migliori topografi vengono dati degli strumenti per progettare la lente a contatto “su misura” della persona

 

 

Dalla topografia si conosce la forma della cornea, su cui si può modellare la forma della lente più adatta, in base alle caratteristiche individuali della persona

L’Esame Aberrometrico misura le componenti del difetto visivo nel soggetto esaminato, che sono strettamente personali, e molte di più di quelle normalmente conosciute, come miopia, astigmatismo ed ipermetropia.

La sua analisi permette di capire la validità della correzione prescritta.

 

Aberrometria di una miopia medio-alta

 

Un’analisi accurata della aberrometria aiuta a capire se una correzione tradizionale è efficace, e l’importanza delle cosiddette aberrazioni di ordine superiore

 

Nel caso di occhi con particolarità visive complesse (come nel cheratocono), questo esame evidenzia se le componenti aberrometriche di ordine superiore non permettono un soddisfacente riultato visivo in modo tradizionale, o se occorre ricorrere a correzioni più complesse.

 

Aberrometria di un cheratocono al 2° stadio

 

L’esame aberrometrico dimostra le sue potenzialità nei casi in cui le componenti aberrometriche di ordine superiore non permettono che correzioni tradizionali, come occhiali o lenti a contatto normali, diano un risultato soddisfacente; si può ricorrere allora a lenti speciali, su misura,aberrometiche.

 


Microscopio Endoteliale:

in un centro specializzato come il Research Center NATURALens  si seguono moltissimi casi che hanno bisogno di correzione con lenti a contatto; per garantire la massima sicurezza all’uso sono previsti controlli regolari: questo strumento analizza come lo strato più interno della cornea (l’endotelio) reagisce all’uso delle lenti [link:”Anche l’occhio respira], viene controllata la densità delle cellule, la loro grandezza e forma, per verificare che la risposta della cornea sia ottimale.

Questo strumento è dedicato esclusivamente  all’osservazione e l’analisi di questo importantissimo strato interno della cornea e fa parte delle importanti ed esclusive Proposte Sicurezza e Benessere offerte da NATURALens  a tutti le persone che hanno bisogno di correzioni visive, in particolare portatori di lenti a contatto di tutti i tipi, ed anche dove servono mezzi correttivi personalizzati per avere i migliori risultati.

  

Descrizione dell’esame

Cosa si vede e misura

Note

 

 

 

Come si vede l’ endotelio: al microscopio endoteliale si vede la luce riflessa dall’endotelio, che mostra le sue strutture e caratteristiche.

 

 

 

 

Nell’osservazione si guardano le cellule componenti lo strato e le loro caratteristiche di forma e regolarità.

L’esame dell’ endotelio prevede un’analisi accurata di questo tessuto e delle sue caratteristiche, per controllarne lo stato e la risposta ad eventuali sollecitazioni esterne: per completezza d’indagine e controllo nel tempo, si effettua un’analisi computerizzata di quanto osservato.

 

 

 

L’analisi computerizzata rileva in modo accurato diversi parametri dello strato osservato, la densità delle cellule, la loro forma e la variabilità in grandezza.

I valori misurati e le loro analisi e caratteristiche vengono registrati; nei controlli successivi si potrà verificare come si comporta questo strato nel tempo e se i valori delle analisi sono nella norma.

 

Questo esame e le tecniche impiegate mostrano come i mezzi e le analisi forniti dalla scienza moderna possono contribuire moltissimo al benessere ed alla sicurezza di chi ha bisogno di correzioni “su misura”, ma anche per tenere sotto controllo un uso sicuro delle lenti a contatto.


Informazioni preziose per te ed i tuoi occhi: vuoi Una visita? Un controllo? Clicca qui