fbpx

 049 614286

 info@naturalens.it

Approfondimenti

0

Le Correzioni Aberrometriche

Informazioni preziose per te ed i tuoi occhi: vuoi Una visita? Un controllo? Clicca qui

 

Le nuove possibilità di misurare le problematiche e le prestazioni visive, specialmente per i casi complicati, hanno portato alla luce che i problemi visivi sono molto più complessi di quanto si possa pensare dalle normali ricette che si danno da parte degli specialisti: riassumendo un argomento molto complesso in una sola frase: “Ogni occhio ha bisogno della sua correzione visiva personalizzata”.

Le scoperte scientifiche moderne con i nuovi strumenti, che hanno i centri più attrezzati tecnologicamente, dimostrano che ogni occhio ha la sua “impronta visiva”, come le impronte digitali sono uniche, quindi, per vedere il meglio possibile, deve avere la sua correzione “su misura”.

Questo è molto chiaro nei casi complicati, dove la forma della cornea è irregolare o complessa, ma si è scoperto che è molto frequente che anche occhi apparentemente “normali” abbiano delle anomalie visive per cui le correzioni tradizionali mostrano dei limiti.

Per misurare accuratamente queste caratteristiche occorrono degli strumenti appositi, che mettono in evidenza le differenze individuali: da molto tempo che si occupa, come il nostro centro specializzato, di occhi complicati, come cheratoconi, trapianti di cornea e simili, ha dovuto dotarsi del Topografo Corneale computerizzato , che misura la forma della cornea; da qualche anno ci sono ormai gli Aberrometri, che misurano tutte le caratteristiche della qualità ottica della visione della persona, rilevando le più fini differenze individuali: le Mappe topografiche mostrano la forma della cornea, e le Mappe Aberrometriche l’impronta visiva di quell’occhio specifico; spesso l’irregolarità corneale è associata a problemi visivi; un quadro rappresentativo di un esame aberrometrico è in figura dove ci sono gli elementi base dell'aberrometria.

 

  • Una Mappa Aberrometrica dell’occhio esaminato, che mostra le variazioni di grado in tutti i punti della pupilla: se c’è un difetto visivo i colori della mappa aberrometrica sono alterati, e più il difetto è irregolare, maggiore è l’alterazione della mappa aberrometrica.

  • Una simulazione delle alterazioni visive che le aberrazioni in questione provocano: nell’esempio come un punto luminoso viene visto dalla persona; altre rappresentazioni riguardano le tabelle visive, ed altri parametri tecnici: questa simulazione dà un’idea molto intuitiva dei problemi degli aloni intorno alle luci, di cui soffre chi ha difetti visivi irregolari, come cheratocono e trapianto;
  • La rappresentazione “a piramide” delle aberrazioni elementari, i “mattoncini” in cui può dividere il difetto visivo; l’argomento è un po’ complicato, ma in questo mini-corso sulle aberrazioni ci sta una mini-spiegazione: il difetto visivo dell’occhio esaminato può essere scomposto in questi elementi base.

 


Informazioni preziose per te ed i tuoi occhi: vuoi Una visita? Un controllo? Clicca qui

Related Articles

Comments 0